condividi:

Centri antiviolenza e case rifugio

notizia pubblicata in data : martedì 28 febbraio 2017

Centri antiviolenza e case rifugio

AVVISO IN ATTUAZIONE DELLA DGR N. 6079 DEL 29 /12/2016

“DETERMINAZIONI CONSEGUENTI ALLA DGR N. 4531 DEL 10/12/2015 FINALIZZATE A INCREMENTARE IL NUMERO DI SEDI DI CENTRI ANTIVIOLENZA E CASE RIFUGIO O A ADEGUARE I REQUISITI STRUTTURALI DI QUELLE GIÀ ESISTENTI”

BURL Serie Ordinaria n. 52 - Sabato 31 dicembre 2016


PUBBLICAZIONE BANDO DI INVITO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

 

Si comunica che con Deliberazione N. 157  del 28 febbraio 2017 ATS Bergamo ha emanato il Bando di Invito per la presentazione delle domande finalizzate a incrementare il numero di sedi di Centri antiviolenza e Case rifugio o adeguare i requisiti strutturali di quelle esistenti.

 

SCADENZA DELLE DOMANDE: 120 GIORNI DALLA EMANAZIONE E PUBBLICAZIONE DEL BANDO: ENTRO LE ORE 12.00 DEL GIORNO 28 GIUGNO 2017

 

Finalità e obiettivi

 

La Regione Lombardia, tenuto conto di quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale, intende promuovere e sostenere interventi finalizzati ad incrementare il numero di centri antiviolenza, case rifugio e altre strutture residenziali o adeguare quelle già esistenti ai requisiti strutturali così come previsti dall’Intesa Stato-Regioni del 27 novembre 2014 e dalle d. c .r. n. X/894 del 10 novembre 2015 «Piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne 2015/2018» .

 

L’iniziativa regionale è finalizzata a sostenere interventi riguardanti le seguenti tipologie:

  • Tipologia A: Adeguamento strutturale di unità abitative (appartamenti di civile abitazione) locali destinati a sedi centrali o distaccate di Centri antiviolenza.

  • Tipologia B: Adeguamento strutturale di unità abitative (appartamenti di civile abitazione) o locali, in strutture di comunità, destinati all’accoglienza e protezione di donne vittime di violenza che potranno essere finalizzate alle seguenti tipologie di ospitalità, così come previste dalla d.c.r. X/894.


Riferimenti normativi

 

  • decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248 ai sensi dell’art. 5 bis della legge 119/2013

  • l.r. 3 luglio 2012, n. 11, «Interventi di prevenzione, contrasto e sostegno a favore di donne vittime di violenza»

  • d.c.r. 10 novembre 2015, n. 894, «Determinazione in ordine alla proposta del piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne» e suo allegato 1, «Piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne 2015/2018»

  • intesa Stato-Regioni 27 novembre 2014, «Intesa relativa ai requisiti minimi dei centri antiviolenza e delle case rifugio, prevista dall’art. 3, comma 4, del d.p.c.m. del 24 luglio del 2014» 


Soggetti beneficiari


Possono presentare la domanda: 

 

  • Tutti i Comuni che aderiscono a una Rete territoriale interistituzionale antiviolenza (come definita dalla d.c.r. n. X/894 del 10 novembre 2015), attivata con appositi protocolli e il cui Comune capofila ha sottoscritto con la Regione Lombardia accordi di collaborazione ai sensi dell’art. 15, l. 241/90.

  • Tutti i comuni che aderiscono a una Rete territoriale interistituzionale antiviolenza (come definita dalla d.c.r. n. X/894 del 10 novembre 2015), il cui comune capofila ha presentato domanda per la sottoscrizione di un accordo di collaborazione ai sensi della d.g.r. n. 5878 del 28/11/2016.

  • Tutti i soggetti non profit aderenti alle Reti territoriali interistituzionale coordinate da un comune capofila che ha sottoscritto con la Regione Lombardia accordi di collaborazione ai sensi dell’art. 15, l. 241/90 e che gestiscono Centri antiviolenza e/o Case rifugio aventi le caratteristiche previste dalla normativa nazionale e regionale in vigore.


Ogni soggetto interessato potrà presentare una o più domande sia per la tipologia A che per la tipologia B.

 


Soggetti destinatari

 

Donne vittime di violenza domestica o sessuale, prese in carico da centri antiviolenza,  ed eventuali figli/figlie a carico.

 

Soggetti gestori

 

Alle ATS sono demandate le seguenti attività così come definite dall’allegato A) alla DGR n 6079 del 29/12/2016 e dall’ allegato F) “Convenzione per la realizzazione di progetti finalizzati a incrementare il numero di sedi di centri antiviolenza e case rifugio o adeguare le condizioni strutturali di quelle già presenti nelle Reti antiviolenza sul territorio”.

 

Compiti delle ATS

 

  • Ricevere le domande ed effettuare l’istruttoria finalizzata a verificare la presenza di tutti i requisiti formali;

  • Inviare alla Regione Lombardia entro il 31 luglio 2017 l’elenco delle domande ricevute, l’elenco delle domande ammesse alla valutazione a seguito dell’istruttoria formale e copia di tutte le domande ricevute;

  • Partecipare Cabina di Regia interdirezionale;

  • Sulla base delle graduatorie approvate dal direttore generale competente della Regione Lombardia, provvedere ai successivi provvedimenti:

    • Sottoscrivere con la Regione Lombardia e i soggetti beneficiari un’apposita convenzione che disciplina gli impegni delle parti ;

    • Trasmettere semestralmente alla Regione Lombardia una relazione concernente l’andamento delle azioni progettuali;

    • Farsi carico della gestione amministrativa e contabile delle risorse assegnate dalla Regione Lombardia.


Caratteristiche dell’agevolazione


Per ogni singolo progetto potrà essere riconosciuto un contributo a fondo perduto fino a un massimo del 90% della spesa ammissibile, e in ogni caso non superiore a € 200.000,00.


Progetti finanziabili

 

Le tipologie di progetti finanziabili sono:

 

  • Tipologia A: Adeguamento strutturale di unità abitative (appartamenti di civile abitazione) o locali destinati a sedi centrali o distaccate di Centri antiviolenza.

  • Tipologia B: Adeguamento strutturale di unità abitative (appartamenti di civile abitazione) o locali, in strutture di comunità, destinati all’accoglienza e protezione di donne vittime di violenza che potranno essere finalizzate alle seguenti tipologie di ospitalità, così come previste dalla d. c. r. X/894:

    • Strutture di accoglienza per il pronto intervento

    • Case rifugio ad alta protezione ad indirizzo segreto

    • Case rifugio che non prevedono indirizzo segreto

    • Case verso la semi-autonomia o autonomia delle donne vittime di violenza per il consolidamento del percorso di autonomia e il reinserimento sociale ed economico.


Le unità abitative o i locali oggetto del progetto presentato devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Essere nella disponibilità effettiva del soggetto, pubblico o privato, che presenta la domanda, in base a diritto di proprietà o usufrutto o altro diritto reale di godimento riconducibile all’ente richiedente.

  • Non essere sottoposti ad altro vincolo di destinazione d’uso.

  • Essere localizzati nel territorio della Regione Lombardia e nel territorio dell’ATS di riferimento



Le unità abitative/locali oggetto degli interventi di cui al presente atto non possono essere distolti dalla destinazione per cui è stato presentato il progetto né alienati per un periodo di almeno vent’anni dalla data di assegnazione del contributo, salva apposita autorizzazione della Regione Lombardia, ai sensi dell’art. 25 della l.r. 3/2008.

 

La domanda dovrà essere indirizzata all’ufficio individuato dalla ATS competente:

 

ATS BERGAMO
DIREZIONE SOCIOSANITARIA
UFFICIO PROTOCOLLO VIA GALLICCIOLLI, 4 CAP 24121 Bergamo

IN PEC : protocollo@pec.ats-bg.it

 

ENTRO 120 GIORNI DALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL BANDO

ENTRO LE ORE 12.00 DEL GIORNO 28  GIUGNO 2017


Ultimo aggiornamento:  08/03/2017
Questo sito internet è valido HTML 5.0, clicca per accedere al validatore html, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 3, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a Questo sito internet è multibrowser credit common scegli la modalità Visualizza il testo con caratteri normali   Visualizza il testo con caratteri grandi   Visualizza il testo con contrasto elevato   Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Copyright © 2015. All rights reserved Progetti di Impresa Srl
TORNA SU