condividi:

 

FINANZIAMENTO CONTROLLI SANITARI PER LE IMPRESE DEL SETTORE ALIMENTARE

Il REG CE  882/2004 (“Controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali”) ha previsto modalità di finanziamento dei controlli ufficiali nel settore dei mangimi, degli alimenti, e dell’allevamento degli animali. Tramite il Decreto Legislativo 194/08 l’Italia si è dotata degli strumenti per adempiere a quanto previsto dal regolamento. In particolare il decreto prevede, per le imprese alimentari assoggettate, il pagamento di specifiche tariffe, determinate sulla base della tipologia dell’attività e del quantitativo di alimenti prodotti o commercializzati nel corso dell’anno antecedente a quello del pagamento.

Nel mese di agosto 2009 Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità ha trasmesso alle ATS disposizioni di carattere operativo volte ad uniformare le procedure per l’applicazione del decreto. Nella nota in allegato Regione Lombardia specifica che gli importi devono essere versati entro il 31 gennaio di ogni anno .icona download  E’ stato predisposto un modello di autocertificazione icona download che consente a ciascuna impresa alimentare soggetta di collocarsi nella categoria di appartenenza, e conseguentemente di determinare l’importo esatto da versare.

 

Le imprese soggette all'applicazione del Decreto sono:

 

  • Gli stabilimenti nei quali si svolge attività produttiva (produzione e/o trasformazione) e che commercializzano all'ingrosso i propri prodotti;
  • Gli stabilimenti nei quali si effettua deposito di prodotti alimentari (limitatamente a quelli indicati nella tabella di cui alla citata sezione 6);
  • Gli stabilimenti nei quali si effettua esclusivamente attività commerciale e nei quali la vendita all'ingrosso sia in percentuale superiore al 50% rispetto alla vendita al dettaglio;
  • Gli stabilimenti nei quali si svolge attività produttiva e che commercializzano all'ingrosso e al dettaglio i propri prodotti, purché la commercializzazione all'ingrosso sia prevalente (più del 50%) rispetto a quella al dettaglio.

 

Le tariffe stabilite:

FASCIA A: 482 / FASCIA B: 965 / FASCIA C: 1.809

 

Il versamento andrà effettuato con queste modalità e riferimenti:

 

Bonifico bancario sul c/c intestato a “Tesoreria ATS Bergamo” presso

Istituto bancario Intesa Sanpaolo Bergamo -  Gestione sanitaria  IT15C 03069 11100 100000300032

NB: andrà riportata correttamente la causale " DECRETO LEGISLATIVO 194/2008 - DPM " e dovrà inoltre contenere i dati identificativi dell'Impresa Alimentare compreso iI CF o la Partita IVA

 

Omesso o incompleto pagamento

 

Qualora a seguito di verifica, si riscontrasse l’inadempienza a quanto prescritto saranno applicate le sanzioni previste dall’art. 10 – comma 5 del decreto legislativo, che prevedono procedure di riscossione coatta nonché la maggiorazione del contributo dovuto del 30%, oltre agli interessi legali e di mora.

 

Restituzione dei dati

 

Sono tenute alla restituzione del modello di autocertificazione, compilato con chiarezza e sottoscritto:

  • Le Imprese che ritengono di essere soggette all’applicazione del Decreto Legislativo 194/08 , nel qual caso andrà allegata anche  l’attestazione di avvenuto pagamento;
  • Le imprese che non ritengono di essere soggette all’applicazione del Decreto Legislativo 194/08.

In assenza di modifiche dei dati aziendali o dei volumi degli alimenti lavorati le ditte che hanno già presentato negli anni precedenti il modello di autocertificazione NON lo dovranno presentare nuovamente; quest'ultimo dovrà, invece, essere presentato dalle ditte:

  • I cui dati per l'autocertificazione abbiano subito modifiche;
  • Che effettuino il pagamento per la prima volta.

L'autocertificazione consente di collocarsi nella esatta categoria di appartenenza, e, pertanto, consente di determinare l'importo esatto da versare, in relazione al volume di alimenti lavorato nel corso dell'anno.

La trasmissione all’ATS Bergamo dell’autocertificazione potrà avvenire mediante:

  • Invio Raccomandata A/R al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, via Borgo Palazzo n.130 - 24125 Bergamo
  • Consegna a mano presso gli sportelli del protocollo degli Uffici di Sanità Pubblica sotto indicati, orari dalle ore 9.00 alle 12.00
  • Posta elettronica certificata: protocollo@pec.ats-bg.it  all’attenzione del Responsabile dell’Ufficio di Sanità Pubblica competente per territorio.

     

      • Albino Viale Stazione 26/a

      • Bergamo Via Borgo Palazzo, 130

      • Bonate Sotto Via Garibaldi, 13

      • Clusone Via Somvico

      • Romano di Lombardia Via M.Cavagnari, 5

      • Trescore Balneario Via Mazzini, 13

      • Treviglio Via G. Rossini, 1

      • Zogno P.zza B. Belotti, 1/3

     

  • FINANZIAMENTO CONTROLLI SANITARI PER LE IMPRESE DEL SETTORE ALIMENTARE

     

  • Ultimo aggiornamento:  05/02/2018
    Questo sito internet è valido HTML 5.0, clicca per accedere al validatore html, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 3, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a Questo sito internet è multibrowser credit common scegli la modalità Visualizza il testo con caratteri normali   Visualizza il testo con caratteri grandi   Visualizza il testo con contrasto elevato   Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Copyright © 2015. All rights reserved Progetti di Impresa Srl
    TORNA SU