clicca per stampare il contenuto di questa paginastampa

condividi:

 

LEA - Livelli Essenziali di Assistenza sanitaria

I Livelli essenziali di assistenza (Lea) sono costituiti dall’insieme delle attività, dei servizi e delle prestazioni che il Servizio sanitario nazionale (Ssn) eroga a tutti i cittadini gratuitamente o con il pagamento di un ticket, indipendentemente dal reddito e dal luogo di residenza. Oltre all’art. 32 della Costituzione (La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti), è la legge 833 di istituzione del SSN del 1978 a introdurre per la prima volta il concetto di “livelli di prestazioni sanitarie che devono essere garantiti a tutti i cittadini”, concetto ribadito e rafforzato nelle successive riforme. I Lea sono stati definiti a livello nazionale con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29 novembre 2001 , entrato in vigore nel 2002. La riforma del titolo V della Costituzione ha poi previsto per le Regioni la possibilità di utilizzare risorse proprie per garantire servizi e prestazioni aggiuntive (ma mai inferiori) a quelle incluse nei Lea. Questo comporta che i Lea possano essere diversi da Regione a regione (fermo restando che quelli definiti a livello nazionale vengono garantiti in tutto il territorio italiano). 

Le prestazioni ESCLUSE dai LEA  sono:

 

  • chirurgia estetica non conseguente ad incidenti, malattie o malformazioni congenite;
  • circoncisione rituale maschile;
  • medicine non convenzionali (agopuntura - fatta eccezione per le indicazioni anestesiologiche - fitoterapia, medicina antroposofica, medicina ayurvedica, omeopatia, chiropratica, osteopatia nonché tutte le altre non espressamente citate);
  • vaccinazioni non obbligatorie in occasione di soggiorni all’estero;
  • certificazioni mediche (con esclusione di quelle richieste dalle istituzioni scolastiche ai fini della pratica non agonistica per i propri alunni) non rispondenti a fini di tutela della salute collettiva, anche quando richieste da disposizioni di legge (incluse le certificazioni di idoneità alla pratica di attività sportiva, agonistica e non, idoneità fisica all'impiego, idoneità al servizio civile, rilascio patente, porto d'armi, ecc.)
  • su disposizione Regionale le seguenti prestazioni di medicina fisica, riabilitativa ambulatoriale: Esercizi posturali propriocettivi collettivi, Idromassoterapia Ginnastica vascolare in acqua, Diatermia ad onde corte e microonde, Irradiazione a Infrarossi, Paraffinoterapia, Ipertemia, Massoterapia distrettuale riflessogena, Elettroterapia antalgica, Trazione scheletrica, Ionoforesi, Fotoferesi terapeutica.

Le prestazioni parzialmente escluse dai LEA :

La normativa Nazionale e Regionale elenca una serie di prestazioni che possono essere fornite ai cittadini solo a condizione che venga rispettato il principio dell’appropriatezza clinica e organizzativa, vale a dire:

  • che lo stato di salute del paziente sia tale per cui quella specifica prestazione può portare un effettivo beneficio (appropriatezza clinica);
  • che il regime di erogazione della prestazione (ricovero ordinario, day hospital, day surgery, ambulatorio) sia quello che garantisce l’uso più efficiente delle risorse in rapporto alle caratteristiche dell’intervento ed alle condizioni del paziente.

Sono stati pertanto individuati con provvedimenti del Ministero della salute e della Regione Lombardia le condizioni ed i casi particolari nei quali il Servizio Sanitario Nazionale continua ad assicurare alcune prestazioni: è lo stesso meccanismo per cui alcuni farmaci sono erogati con costo a carico del Servizio Sanitario solo per alcune patologie (cosiddette "note AIFA"). In particolare, le limitazioni riguardano: l’assistenza odontoiatrica e protesica, le prestazioni di densitometria ossea (MOC) le prestazioni di Medicina Fisica e Riabilitazione, la Chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri , La Delibera Regionale VIII/3111 del 1 agosto 2006 e sue modifiche e integrazioni indica i criteri per erogazione con il Servizio Sanitario Regionale delle prestazioni della Medicina Fisica e Riabilitazione , ed i criteri clinici e socio-economici per l’erogazione con il Servizio Sanitario dell’assistenza Odontoiatrica.

DIRITTI E DOVERI DEGLI UTENTI

 

  • I diritti fissati dalla Normativa Nazionale e Regionale
  • Le liste di prenotazione devono rimanere aperte, in modo da garantire "la trasparenza" delle liste di attesa e fornire una risposta ai bisogni dei cittadini;
  • Le Strutture Sanitarie devono effettuare gli esami di laboratorio senza prenotazione, quindi con l'accesso diretto.
  • Ogni Struttura Sanitaria si impegna ad erogare la prestazione entro il tempo previsto dalla priorità specificata, anche attivando il proprio Ufficio Relazioni col pubblico nella ricerca di altre strutture sul territorio in grado di erogare la prestazione nei termini stabiliti; laddove l’Ufficio Relazioni col pubblico non fosse previsto, sarà necessario fare riferimento a quello della ATS competente per territorio.

 

I doveri degli Utenti del Sistema Sanitario Regionale

  • Non prenotarsi presso più Strutture per la medesima prestazione;
  • Effettuare la prenotazione solo quando si è in possesso della prescrizione del Medico, completa di quesito diagnostico e classe di priorità dell'esame; 
  • Comunicare tempestivamente l'impossibilità di potersi presentare ad una qualsiasi visita specialistica o altra prestazione in modo da consentire ad un altro Utente di usufruire del posto liberatosi in agenda.
  • Utilizzare il Pronto Soccorso e le modalità di prescrizione urgente in maniera corretta, cioè quando veramente necessario.

Quadro normativo

  • Con la DGR n. VIII/2828 del 27.06.2006, la Lombardia si è dotata di un primo Piano organico per la gestione dei tempi di attesa; successivamente, con la DGR n. VIII/5743 del 31 ottobre 2007, dal maggio 2008 la Regione Lombardia ha disposto la raccolta dei dati delle rilevazioni prospettiche mensili attraverso un portale web dedicato, messo a disposizione di tutti gli erogatori.

  • Con la DGR n. IX/1775 del 24/05/2011 è stato aggiornato l’elenco delle prestazioni oggetto della garanzia dei tempi massimi di attesa, recependo ed integrando le recenti disposizioni emanate con il Piano Nazionale per il Governo delle Liste di Attesa valevole per il triennio 2010-2012.

  • Con la DGR X/3993 del 4/08/2015 sono state semplificate le classi di priorità a disposizione del Medico riallineandole alle categorie previste dal Piano Nazionale.

 

Ultimo aggiornamento:  20/02/2017
Questo sito internet è valido HTML 5.0, clicca per accedere al validatore html, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 3, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a Questo sito internet è multibrowser credit common scegli la modalità Visualizza il testo con caratteri normali   Visualizza il testo con caratteri grandi   Visualizza il testo con contrasto elevato   Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Copyright © 2015. All rights reserved Progetti di Impresa Srl
TORNA SU