condividi:

 

 

ESENZIONI PER PATOLOGIA

I cittadini affetti da Patologie Croniche - Invalidanti specificamente individuate dal DPCM del 12.01.2017 “Definizione e aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza, di cui all’articolo 1, comma 7, del D.L. 30.12.1992, n. 502" possono acquisire il diritto all’ esenzione dal pagamento del ticket per prestazioni specialistiche ambulatoriali e di diagnostica strumentale strettamente correlate alla patologia da cui sono affetti. Per acquisire tale diritto l’assistito deve presentare agli sportelli della Scelta/Revoca del Presidio Socio Sanitario Territoriale di residenza una specifica certificazione sanitaria, su cui è riportata la diagnosi di una delle patologie previste dalla normativa vigente. Dopo aver firmato l’autorizzazione al trattamento dei dati sensibili ai fini previsti dalla legge il cittadino, riceverà l’attestato di esenzione.

I certificati sanitari idonei per ottenere l’esenzione sono:

  • certificato sanitario rilasciato da un medico specialista operante in una Struttura Sanitaria Pubblica (Azienda Ospedaliera Pubblica) o Privata accreditata a contratto,  su specifico modello ministeriale, dopo accertamento clinico. Gli eventuali accertamenti clinici e la/le visita/e specialistiche necessarie per ottenere la certificazione sanitaria di esenzione non sono esenti dal ticket;
  • certificato sanitario rilasciato da un medico dell’ATS di residenza, appositamente delegato, su specifico modello MET01, previa presentazione da parte del cittadino di uno dei seguenti documenti:
    • Cartella clinica/scheda di dimissione ospedaliera  rilasciata da Strutture Ospedaliere Pubbliche o Private Accreditate da un massimo di cinque anni;
    • verbale di invalidità, in cui è indicata la diagnosi per la quale il soggetto richiede l’esenzione.

L’esenzione per patologia può avere validità illimitata o limitata nel tempo.

Il rinnovo delle esenzioni per patologia a validità limitata: in ottemperanza alle disposizioni ministeriali e regionali vigenti non è più necessario sottoporre a visita specialistica di verifica gli assistiti in possesso di tessera di esenzione a durata limitata, a condizione che l’assistito continui ad effettuare le prestazioni specialistiche/farmaceutiche correlate alla cura della patologia per cui gode dell’esenzione.

Per i cittadini in possesso di esenzioni per patologia in scadenza è, quindi, previsto il rinnovo automatico con la seguente procedura:

  • recarsi al proprio Presidio Socio Sanitario Territoriale dove verrà verificato l'inserimento negli elenchi contenenti tutti gli assistiti che nei due anni precedenti hanno effettuato degli esami /prestazioni farmaceutiche relativi alla propria patologia;
  • se l’assistito è presente negli elenchi si procederà al rinnovo dell’esenzione, con aggiornamento della nuova scadenza nell’anagrafe regionale degli assistiti e rilascio di un nuovo attestato. La riattivazione dell’esenzione avviene dalla data della precedente scadenza;
  • negli altri casi, dove il rinnovo non è stato possibile (perché l’assistito non ha effettuato esami nei due anni precedenti), l’assistito deve ripercorrere lo stesso iter seguito per ottenere l’esenzione la prima volta.

A cosa dà diritto l'esenzione ticket

  • Prestazioni specialistiche ambulatoriali e di diagnostica strumentale
    Chi è esente per patologia cronica invalidante ha diritto all’esenzione del ticket tutte le volte che usufruisce di prestazioni specialistiche ambulatoriali e di esami diagnostici riferiti alla malattia per la quale ha ottenuto il diritto all’esenzione.

  • Assistenza farmaceutica
    • esenzione dal pagamento del ticket per confezione di farmaco usato per la cura della malattia per la quale ha ottenuto l’esenzione se appartiene ad un nucleo familiare il cui reddito complessivo, riferito all’anno precedente, non supera i 46.600 € (incrementato in funzione della composizione del nucleo famigliare – tab 2 Decreto Legislativo 109/98;
    • pagamento di una quota ridotta del ticket per confezione di farmaco usato per la cura della malattia per la quale ha ottenuto l’esenzione se appartiene ad un nucleo familiare il cui reddito complessivo, riferito all’anno precedente, supera i € 46.600 - incrementato in funzione della composizione del nucleo famigliare – tab 2 Decreto Legislativo 109/98. Il ticket dovuto dall’assistito è di € 1 per confezione sino ad un massimo di € 3 per ricetta.
    • multiprescrizione : prescrizione in una stessa ricetta di un numero massimo di tre confezioni di farmaci anziché di due. La multiprescrizione riguarda i farmaci che a valutazione del medico curante sono di largo impiego da parte dell’assistito nella cura della malattia per la quale è esente.

Per le informazioni sulle modalità di acquisizione dell’attestato di esenzione ticket per le Malattie Rare e i relativi benefici si consiglia di consultare la sezione specifica link

 

 

Ultimo aggiornamento:  12/09/2017
Questo sito internet è valido HTML 5.0, clicca per accedere al validatore html, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 3, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a Questo sito internet è multibrowser credit common scegli la modalità Visualizza il testo con caratteri normali   Visualizza il testo con caratteri grandi   Visualizza il testo con contrasto elevato   Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica Copyright © 2015. All rights reserved Progetti di Impresa Srl
TORNA SU